Si rende noto che il numero telefonico della nuova succursale di via del Bosco n. 41 é: 0956136854

 

 

 

 

 

L’EDITORIA COME STRUMENTO PER VALORIZZARE E DIFFONDERE IL PATRIMONIO CULTURALE : Metti una redazione a scuola!

 

Circolare N. 427

Ai docenti
Agli alunni
Alle famiglie

OGGETTO: PREMIO ASIMOV

A conclusione della fase regionale del Premio Asimov è risultata prima, tra i tredici migliori alunni su 167 partecipanti che hanno recensito un libro di argomento scientifico, la nostra alunna Erika Sereno di 4LF. 
Giorno 13 aprile si svolgerà la cerimonia di premiazione secondo il programma sotto riportato.

L'evento è pubblico, per cui possono partecipare non solo gli studenti coinvolti in prima persona, ma anche i loro genitori ed i compagni di scuola che abbiano piacere di scoprire il Premio (e magari di partecipare l'anno prossimo).

I veri protagonisti del Premio Asimov, infatti, sono i ragazzi che hanno partecipato a questa avventura.

PROGRAMMA CERIMONIA 13 APRILE

AULA MAGNA DEL DIPARTIMENTO DI FISICA E ASTRONOMIA "E.MAJORANA"  -  EDIFICIO 6  CITTADELLA UNIVERSITARIA - CATANIA

    10:00 Inizio della cerimonia

    10:15 Saluti dei rappresentanti delle Istituzioni organizzatrici

    10:45 Scambio di saluti in diretta Internet con le altre 10 sedi regionali

    11:00 Presentazione dei libri finalisti del Premio Asimov da parte degli studenti autori delle migliori recensioni

    12:15 Collegamento in diretta con la sede del GSSI per l'annuncio del vincitore del Premio Asimov 2019

    12:20 Consegna dei diplomi e dei gadget agli studenti vincitori e menzionati

    13:00 Conclusione della cerimonia

 

Il Dirigente scolastico
Prof.ssa Pietrina Paladino

Catania, 10.04.2019

Un cerchio dopo l’altro – Anno V

 

  Ogni 72 ore viene commesso un femminicidio: un dato agghiacciante su cui necessita una seria riflessione. Mercoledì 20 marzo, in seno all’annuale incontro “Un cerchio dopo l’altro”, la dottoressa Mariagrazia Felicioli, Presidentessa dell’Associazione “Insieme per la vita”, e la criminologa dott.ssa Mariolina Malgioglio, hanno delineato  un quadro chiaro e puntuale di due aspetti connessi al fenomeno.

   L’avanzare increscioso di eventi criminosi sono certamente legati ad un innegabile regresso culturale: l’homo biologicus- che annida in sé la parte recondita legata alle pulsioni istintuali- sembra sorpassare l’homo societatis – che fa sbocciare  dalla sua intelligenza cultura ed educazione.  Così la Felicioli ha puntato il cuore del suo intervento sulla necessità di conoscere per agire e, soprattutto, educare per prevenire. Il dramma assume connotati antropologici contro cui esistono armi:  conoscenza, consapevolezza di sé e  coraggio nel denunciare.

   L’aspetto strettamente giuridico è stato affrontato dalla dott.ssa Malgioglio che ha sottolineato la necessità di vigilare sullo status dei diritti acquisiti perché essi non lo sono in assoluto e in eterno. La recrudescenza del fenomeno è infatti correlata alla sopraggiunta fragilità  della cognizione dei diritti: il termine “femminicidio” è infatti correlato all’uccisione di una donna in quanto ribelle rispetto a canoni patriarcali che, con ogni evidenza, non sono mai stati superati.

   Toccante e vibrante la testimonianza di Vera Squadrito e Giovanna Zizzo,  due mamme “ergastolane del dolore” che, in nome delle loro figlie, Giordana e Laura, hanno intrapreso una personale battaglia di informazione perché quanto accaduto a loro  possa non accadere più.

 

 

Sabato 9 Febbraio 2019, presso il Monumento ai Caduti di Catania, il Liceo Lombardo Radice è stato premiato tra i migliori centri di preparazione agli esami Cambridge della provincia di Catania e primo tra tutti gli istituti d’istruzione secondaria della provincia per numero di studenti certificati dal Cambridge English Examinations Centre Catania IT006, in accordo con l’ufficio nazionale Cambridge Assessment English di Bologna nonché con Cambridge Assessment English dell’Università di Cambridge.

All’ evento erano presenti il dirigente scolastico, prof.ssa Paladino, e la responsabile di dipartimento, prof.ssa Valente, che colgono l’occasione per ringraziare il Dipartimento di Lingua Inglese, nonché tutti coloro che hanno contribuito ad ottenere tali risultati.

Durante la cerimonia hanno consegnato le targhe Mr. Simon Brown, Cambridge Assessment English Development Support Manager, e Mr. Daniel Smith, Centre Exams Manager.

 

 

 

Catania, 28/11/2018

 

 

RACCONTI DI SCUOLA

La costruzione di un digital storytelling.

Un’esperienza di Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento (ex Alternanza scuola-lavoro), un viaggio di istruzione, uno scambio tra licei appartenenti a regioni diverse: tutto questo dal punto di vista organizzativo è “Racconti di scuola”, progetto che ha impegnato la 5LF del liceo “G. Lombardo Radice” di Catania, guidata dal prof. Alberto Bertino, e la 4BSA del liceo “M. Curie” di Pinerolo, guidata dal prof. Stefano Rossetti.

L’esperienza è stata scandita da due momenti-chiave: la visita degli studenti pinerolesi a Catania (svoltasi all’inizio di novembre 2018), e quella dei catanesi a Pinerolo (svoltasi all’inizio di marzo 2019). Lo scopo è stato consentire la costruzione di un video, che narrasse la realtà della scuola senza intermediazioni esterne: una narrazione, dunque, da parte di chi vive la scuola ogni giorno, realizzata attraverso l’uso consapevole dei mezzi digitali, che sarebbero naturali agli appartenenti alle giovani generazioni. Ma le finalità sono state molto più articolate e il patrimonio umano e culturale che si è accumulato passa attraverso la fusione delle due classi che sono diventate una consapevole e attiva comunità ermeneutica.

 

https://www.laletteraturaenoi.it/index.php/interpretazione-e-noi/930-la-scuola-non-%C3%A8-fiction-racconto-video-senza-autonomia-rinforzata.html

 

https://drive.google.com/file/d/1PvwlRsdtTctf6PANJzQEIO3K-nGaT00z/view?usp=sharing

Lo stage linguistico a Valencia si è svolto dal 25 febbraio al 3 marzo 2019 con la partecipazione di 13 alunni della 3LA e 16 della 3LC e delle due docenti accompagnatrici, proff.esse Maria Franchino e Angelica Rubicondo.

Numerose sono state le attività programmate che prevedevano visite ai luoghi rappresentativi della città: Il Museo fallero, il Mercato coperto di San Miguel, la passeggiata ai giardini del Turia, la Città delle arti e delle scienze e l’Ocenografico, l’escursione alle Grotte di San José.

Gli alunni hanno apprezzato molto lo stage e, fino alla conclusione dello stesso, hanno manifestato grande entusiasmo nei confronti del corso di lingua spagnola, delle attività esterne, dell’accoglienza da parte delle famiglie, della professionalità dei docenti madrelingua, i quali hanno strutturato ogni lezione in modo da offrire contenuti linguistici adeguati all’età e alle esperienze di vita quotidiana. Nella città spagnola l’attività ha alternato lo studio in classe ad uscite che hanno previsto momenti di interazione con gli abitanti del luogo sotto forma di interviste guidate.

 

 

 

Il Progetto Neve è da anni inserito all’interno delle attività motorie del Centro Sportivo Scolastico nel  PTOF del Liceo “Lombardo Radice” ed è coordinato dal prof. Rocco De Luca.

Quest’anno, il progetto si è svolto dal 18 al 22 febbraio a Camigliatello Silano e vi hanno partecipato 40 alunni di diverse classi accompagnati dal prof. Rocco De Luca e dalle prof.sse Grazia Fisicaro e Fiorella Baldo.

Corso di aggiornamento: La scuola come tramite nella valorizzazione culturale

Il MIBACT, promuove l'impegno a sostenere il "diritto di ogni cittadino all'accesso al sapere, alla conoscenza e all'uso responsabile del digitale per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale e dei luoghi della cultura". Appare decisivo, quindi, aprirsi al territorio e ottimizzare il livello di informazione dedicato ad ogni singolo evento. Il doveroso obiettivo è quello di dare maggior consapevolezza dell'ampiezza e della rilevanza del patrimonio culturale del nostro Paese, per promuovere le attività in tutte le loro espressioni, con pieno spirito di servizio, per realizzare nuove strategie di promozione e comunicazione del patrimonio, per far sì che la sua frequentazione diventi un'abitudine consolidata fra tutti.

Il Liceo "G. Lombardo Radice" di Catania annovera una pluriennale esperienza nel sensibilizzare i propri studenti alla conoscenza, interazione, custodia e promozione del bene culturale. Apprezzate sono infatti le audioguide dei nostri alunni realizzate su piattaforma izi.TRAVEL, nonché la realizzazione di percorsi didattico-espositivi, storico-documentari e di laboratori di digital storytelling presenti nel portale Arca dei suoni.

La finalità di favorire la conoscenza del nostro patrimonio culturale e di mediare con il territorio è stato obiettivo lungimirante e proficuo del dirigente prof.ssa Pietrina Paladino, che negli anni ha promosso e favorito la realizzazione di svariate attività che hanno visto il nostro liceo protagonista nella promozione di proposte culturali pregevoli.

Nell'ottica della sempre crescente e qualificata domanda di informazione culturale cui corrisponde un'eguale crescita e maturazione del destinatario, il nostro liceo è divenuto così sempre più esperto di 'linguaggi' altri e sempre più in grado di valutare la qualità e la quantità delle informazioni che gli vengono proposte.

Quest'anno a partire dal 21 febbraio ospiterà, infatti, un corso di formazione dal titolo: "Conoscere e tramandare le tradizioni popolari", organizzato dalla Soprintendenza di Catania .

Il corso si rivolge a tutti coloro i quali, insegnanti, operatori del turismo, allievi, associazioni e cittadinanza attiva, desiderano riscoprire le nostre tradizioni popolari. Oggi più che mai si vive un periodo di recupero degli antichi saperi, degli antichi mestieri e di quelle pratiche, ormai dimenticate, sulle quali, nel tempo, si è costruita la nostra civiltà. Si partirà proprio dal passato remoto (preistoria ed età classica) per mettere in risalto la continuità di quel mondo agrario che contraddistingue, da sempre, la cultura siciliana. Ci saranno poi approfondimenti riguardanti la vita quotidiana, la famiglia, le abitudini alimentari, le tradizioni legate al matrimonio, la storia del costume siciliano, la musica popolare e, infine, un lungo capitolo dedicato alla Sicilia delle fiabe, della magia dei riti propiziatori. Insomma un viaggio il più possibile completo alla scoperta della nostra terra di Sicilia.

In allegato, il programma.

Il referente per i beni culturali
prof.ssa Marcella Labruna